Come vendere una vettura usata con convenienza ed in tutta sicurezza

Il folto mercato delle autovetture di seconda mano, che si tratti di veicoli con migliaia di chilometri all’attivo o di auto di lusso ancora fresche di immatricolazione, costituisce oggi più che mai, grazie all’avanzare della tecnologia web e alla facilità di comunicazione, un campo di trattazione tanto grande quanto peculiare. Al giorno d’oggi infatti, l’acquisto e la vendita di macchine usate non è più limitata ad un certo tipo di auto o a determinati modelli, bensì comprende praticamente la quasi totalità delle autovetture e diversi mercati, anche internazionali. Qualora si voglia acquistare o vendere una semplice monovolume, un fuoristrada, una berlina da città o ancora una vettura super lussuosa, nell’era del web 3.0 le transazioni commerciali inerenti l’automotive di seconda mano non sono quasi più soggette a limitazioni e confini, se non quelli previsti dalle normative di legge e regolamentate dal mercato, e dettati da convenienza e alla praticità. In questo pullulare di acquirenti e venditori, sia sul web che sulle classiche riviste del settore automotive, per districarsi nella girandola di variopinte ed allettanti offerte la prudenza, come al solito, non è mai troppa. Molti infatti sono ancora quelli che, sia per via telematica che telefonica o cartacea, utilizzano la compravendita di una vettura per realizzare una truffa.

Spesso propongono al venditore denaro contante, magari perchè coinvolti in loschi traffici e/o giri di denaro sporco. In questo caso è doveroso ricordare che in base alla nuova legge di Stabilità 2016, che ha fatto passare il limite per il pagamento in contanti in Italia da 1.000 a 3.000 euro, al di sopra di tale cifra rimane comunque obbligatorio il ricorso a pagamenti elettronici o comunque tracciabili, come carte, bonifici, e assegni. Chi dovesse contravvenire alla legge, sia acquirente che venditore, va incontro a diverse sanzioni amministrative e pecuniarie. Importante poi, qualora si concluda la compravendita, accertarsi dell’effettivo passaggio di proprietà presso il PRA ed assicurarsi che il veicolo venduto non sia rimasto registrato a proprio nome.

Al fine di evitare spiacevoli sorprese ed andare dunque a colpo sicuro, è sempre meglio affidarsi ad un servizio che possa proporre non solo un affare conveniente, ovvero una somma equa per la quattroruote di turno, ma soprattutto sia in grado di offrire una procedura chiara, transparente, tramite una transazione commerciale sicura e pertanto tracciabile, utilizzando dunque un bonifico bancario come modalità di pagamento. A questo proposito è arrivato sul mercato un nuovo servizio di vendita di auto usate: www.vendo-auto.it. Si tratta di un portale che unisce i vantaggi di una prima stima sul web a quelli della consulenza personalizzata e vendita in sede. Già provvisto di un’ampia rete di sedi nelle principali città italiane, offre a tutti i semplici interessati due quotazioni auto del tutto gratuite: una standard online ed una seconda definitiva in sede. Se l’interessato, dopo la valutazione finale in filiale è d’accordo con la somma proposta, la compravendita si può concludere anche nel giro di 24 h, basta avere con sè tutti i documenti necessari.